Video: Preziosi aggredisce giornalista Secolo XIX

Caos in casa Genoa, dopo la sofferta salvezza conquistata alla penultima giornata, il presidente  Preziosi ancora non ha deciso chi sarà l’allenatore per la prossima stagione, ma qualcosa si muove sul fronte societario, con il presidente del Varese Antonio Rosati che è entrato a far parte della società ligure come vicepresidente esecutivo.

Per quanto concerne la guida tecnica, nelle ultime è forte la candidatura di Fabio Liverani come successore di Davide Ballardini.

L’ex giocatore di Fiorentina, Lazio e Palermo non ha esperienza, quindi si tratterebbe di una vera e propria scommessa, per questo non sono ancora stati sciolti tutti i dubbi.

Ma l’avvenimento clou di questi giorni è sicuramente l’aggressione del presidente Preziosi al giornalista del Secolo XIX Valerio Arricchiello, con tanto di distruzione della telecamera, un episodio di certo evitabile visto che i giornalisti non avevano turbato la privacy di Preziosi che era in un ristorante e hanno preferito attenderlo fuori.

Si è poi scusato il patron genoano, che ha garantito il risarcimento per la telecamera che ha frantumato, però ha anche affermato: “Io quel giornalista non l’ho toccato, gli ho strappato la telecamera. Personalmente dico che la violenza che ho subito all’uscita di un ristorante è maggiore. Quelli sono agguati, non va bene venire a riprendermi di nascosto. Io quel gesto, in quel contesto lo rifarei, perché quello che ho subito è una agguato, un modo subdolo di fare informazione“.

La Figc ha deciso di aprire un’inchiesta, strategia condivisa dal segretario della Federazione della stampa Franco Siddi ha così commentato: ‘‘La Figc sta imboccando la strada giusta di fronte ad un evento inqualificabile.

Un episodio che testimonia il clima di tensione in casa rossoblù, l’ambiente è ormai saturo, la piazza è stanca di raggiungere delle salvezze risicate, e di vedere ogni anno la rosa stravolta, indice di una programmazione approssimata e che non mira alla crescita della squadra.

In rete già abbondano i video dell’aggressione, che è possibile vedere in tutte le sfaccettature, e anche noi ve lo proponiamo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=RpmgMDQhZbw