Video invasione di campo tifosi in Lecce – Carpi

Stanno facendo il giro del web i video riguardanti gli episodi di violenza accaduti dopo la finale play off di Lega Pro tra Lecce e Carpi, che ha visto trionfare gli emiliani che accedono per la prima volta nella loro storia in Serie B.

Al triplice fischio alla gioia dei carpigiani si è sovrapposta la delusione leccese sfociata poi nella rabbia e nell’ira da parte di un gruppo di tifosi, che hanno aperto un varco dalla curva e sono entrati in campo con l’intento di raggiungere gli spogliatoi e quindi i giocatori, rei di non aver centrato la promozione.

I soli steward non sono riusciti a placare la ferocia degli ultras che hanno fatto praticamente ciò che volevano, lanciando oggetti nel tunnel degli spogliatoi dove si sono appostati in un secondo momento le forze antisommossa.

È comprensibile la delusione visto il blasone della squadra pugliese che l’anno prossimo dovrà giocare nuovamente in Lega Pro, ma questi episodi non sono giustificabili, perché il calcio è anche questo. I risultati negativi sono una sfaccettatura di questo sport e bisogna accettarli anche se a volte è molto difficile mandarli giù.

Queste immagini fanno passare la voglia di seguire il pallone, perché questo non è calcio, questo è solo lo sport di gente che non sa nemmeno dove è di casa il calcio, ogni volta ci si augura sempre che sia l’ultima volta, e che lo stadio diventi il luogo per le famiglie e per le persone per bene, ma questa cultura almeno per ora non ci appartiene, la realtà è questa ed è tremenda.

Prima di pensare agli stadi nuovi, ai top player da comprare si dovrebbe una volta per tutte eliminare la violenza dagli stadi, ma non con una tessera, ma con dei provvedimenti seri.

Ecco nello specifico cosa è avvenuto ieri pomeriggio a Lecce, questo video rende meglio l’idea dello squallore del calcio italiano in questo momento.

httpv://www.youtube.com/watch?v=CE9FWV9ruww