Quanto guadagna un regista cinematografico?

Ingmar_Bergman_Smultronstallet

Quante volte ci siamo chiesti: ma quanto guadagna un regista televisivo ? E si iniziano ad ipotizzare cifre esorbitanti, ma andiamo a vedere realmente quali sono i guadagni derivanti da questo mestiere.

Sono diverse le varianti che stabiliscono quale sia il profitto effettivo di un regista, come ad esempio il nome.  Tanto più il suo nome è quotato tanto più alto sarà il suo ingaggio. In America parliamo anche decine di milioni di dollari a film. In Italia, dove l’industria cinematografica non ha solide basi e fondamenta,  un regista per un film guadagna nella media sui 3000 euro a settimana, poiché nel cinema la paga è settimanale. Un aiuto regista invece arriva a guadagnare fino a 1500 euro settimanali.

L’aiuto regista è, in fase di riprese, il comandante del set. Questo è un lavoro di grande responsabilità, da cui dipende tutta la giornata di riprese. Realizzare un piano di lavorazione giornaliero implica il coordinamento da parte di tutti.

Certo molto dipende anche dal successo che riscuote il film al momento dell’uscita nelle sale cinematografiche, che nel caso in cui il film “spacca” può far schizzare i guadagni alle stelle sia per il regista che per tutti gli altri addetti alla realizzazione della pellicola.

Un’altra figura molto richiesta in questo settore è quella del montatore, che è molto vicino al regista e spesso ci lavora in simbiosi, i due, infatti, si occupano insieme della sintesi del racconto. Il montatore deve avere senso del ritmo, sensibilità e competenza. Questa professione non è brutalmente tecnica, bisogna avere una predisposizione al racconto. Perché il film, prima di essere montato, non esiste. Un montatore di cinema può arrivare a guadagnare 20 mila euro a film (per circa due mesi di lavoro), un montatore televisivo con contratto di formazione inizia con poco più di 20mila euro lordi all’anno.

Ingmar_Bergman_Smultronstallet