Chiude Google Video, passa su Youtube

800px-Google_web_search

Se Google è l’azienda più grande al mondo, è anche grazie al fatto che possiede un Laboratorio, dove i propri dipendenti possono investire tempo e risorse, per sviluppare nuove idee per Internet. Google News o Google Maps sono due ottimi esempi di applicazioni di Google sviluppate in laboratorio. Questa creatività serve a fornire una esperienza di navigazione innovativa, e di qualità, del resto si vede, sfido chiunque a trovare un motore di ricerca più efficiente di Google.

I prodotti dei “Google Labs” nascono e muoiono con una certa ciclicità, un pò come i nuovi algoritmi di funzionamento di Google stesso. Uno degli ultimi a morire è stato Google Video, servizio che permetteva di caricare video su un server, per essere poi messo in condivisioni con gli utenti che ci andavano a cercare.

“Funziona come Youtube?”, direte voi, ed è così: tant’è che oggi è arrivata la notizia della chiusura di Google Video per essere trasferito tutto all’interno di Youtube.  Si tratta di una normale evoluzione del processo di miglioramento di Youtube, il portale di condivisione video a sua volta acquistato da Google poco tempo fa. Oggi tutti i servizi di upload, archiviazione e ricerca di Google Video finiscono su Youtube. Molto probabilmente si tratta più di una integrazione di carattere “tecnico” che non prettamente rivolta all’utente. Nel senso, Youtube cambierà di poco, anche con Google Drive.